Questo lavoro è stato realizzato nell’ambito del progetto didattico di alternanza scuola lavoro PON 2014 – 2010  dell’ IIS Liceo – ITI “E. Siciliano” di Bisignano (CS)  dal titolo “Manufatti in terracotta” codice progetto 10.6.6A - FSE PON-C1 – 2017-42.

Il progetto nasce dalla consapevolezza dell'importanza non solo culturale, ma anche sociale, della valorizzazione e conoscenza dei beni culturali e delle tradizioni artistiche e artigianali ceramiche locali  come contributo alla ricerca e individuazione dei mezzi più efficaci perché i giovani acquisiscano un atteggiamento positivo nei confronti del proprio patrimonio culturale e della storia regionale.

L’attività ha riguardato la realizzazione di un percorso di formazione innovativa secondo il modello di impresa simulata con applicazione del metodo di formazione attiva e partecipativa quale strategia di sperimentazione di un percorso basato sul fare e sul toccare per conoscere e promuovere:

- il patrimonio storico, archeologico, artigianale ed artistico della valle del Crati con particolare riguardo alla produzione ceramica del territorio di Bisignano;

- la didattica sperimentale dei beni culturali mirata allo studio della ceramica ed alla sua promozione e valorizzazione;

- l ’educazione alla cittadinanza attiva ed al rispetto delle regole;

Il programma didattico è stato orientato alla formazione di un gruppo di circa 20 allievi delle classi IIIe dell’ITI che hanno svolto un’attività di alternanza scuola lavoro sulla storia della tradizione ceramica bisignanese.  Il percorso didattico è stato organizzato in due fasi di cui la prima relativa alla produzione di manufatti in terracotta attraverso laboratori di ceramica artistica ed artigianale con il supporto delle aziende locali Pirri ceramica artistica ed Itineraria Bruttii. In questa fase gli allievi hanno potuto praticare l’antica arte della lavorazione della ceramica in tutti i vari procedimenti dalla manipolazione dell’argilla, alla tornitura fino alla cottura nei forni aziendali, alla decorazione ed al confezionamento.

La seconda fase ha riguardato lo studio e la catalogazione delle collezioni dei ceramisti storici di Bisignano cui è seguita la creazione di sito web con l’obiettivo di realizzare un catalogo delle produzioni dei ceramisti moderni di Bisignano e promuoverne le attività tramite la creazione di un sito web, attraverso un’impresa simulata, con l’obiettivo di promuovere e valorizzare le produzioni artistiche e artigianali ceramiche del territorio di Bisignano.

Le attività didattiche realizzate durante la fase di promozione e diffusione del progetto hanno riguardato:

 - mostra didattica sulla “CERAMICA ANTICA”;

 - mostra “CERAMISTI BISIGNANESI DI IERI E DI OGGI” dall’età antica ai giorni nostri con pannelli didattici, cataloghi e cartine sulla storia e l’archeologia della media valle del Crati;

 - laboratori sulla scrittura antica  dei popoli mesopotamici che utilizzavano l’argilla come supporto;

 - escursioni-stage presso il Museo Nazionale della Sibaritide e presso il Museo delle Tradizioni Popolari e dell’olio di Trebisacce;

 - escursioni-stage presso il parco archeologico didattico sperimentale di Francavilla M.ma in cui gli allievi hanno potuto realizzare i prodotti della linea Archeotipi basata su riproduzioni di reperti antichi e laboratori sulla produzione e decorazione di gadget museali .

Gli aspetti promozionali e di diffusione delle attività hanno visto la produzione di:

 - opuscolo a stampa sulle opere dei ceramisti bisignanesi di ieri e di oggi;

 - catalogo di presentazione del percorso didattico (questo volume) ;

 - creazione di un sito web dal titolo Besidiaeceramica.it   e di una pagina face book dedicata;

 - depliant e volantini per la promozione del progetto

 - slides-video di presentazione del progetto da proiettare nel corso della manifestazione conclusiva.

L’obiettivo principale del progetto è stato quello di andare alla scoperta delle tradizioni ceramiche di Bisignano e della valle del Crati avviando gli alunni lungo il percorso aziendale della realtà economica ed organizzativa di un’impresa artigiana operante nel settore della produzione e vendita di ceramica artistica. Le chiavi di questo percorso sono state la creatività e la tradizione.

Durante le attività di ricerca ed i laboratori gli allievi hanno potuto comprendere quanto sia indispensabile conoscere la storia del territorio in cui la scuola opera, che non è fatta soltanto di avvenimenti politici e sociali, ma anche di valori culturali e tradizionali che in alcuni casi tendono ad essere dimenticati.

Questo processo di ripristino delle antiche tradizioni, quali l’arte della ceramica è una interessante e formativa attività educativa. Lo scopo del progetto è stato appunto quello di far riscoprire oltre alla dimensione artistica anche i valori morali e storici che si celano dietro questo antico mestiere simulando la realizzazione di un’impresa artigiana e promuovendone i prodotti attraverso un’attività promozionale mirata.

Il progetto è stato realizzato in collaborazione con l’associazione Itineraria Bruttii onlus specializzata nella riproduzione di ceramiche antiche con il marchio “Archeotipi” e con l’impresa Pirri Ceramiche artistiche di Bisignano che opera con successo nel settore dell’artigianato ceramico tradizionale ed artistico.

L’iniziativa ha puntato a favorire l’interscambio tra Scuola ed aziende attraverso il riscontro operativo di concetti e pratiche trasmessi attraverso percorsi didattici basati sull’esperienza gestionale di imprese artigiane collegate al settore turistico ed alla promozione di servizi e prodotti turistici.

Il progetto risulta innovativo in metodo alle tecniche didattiche ed al tipo di esperienza formativa in azienda simulata che ha visto gli allievi impegnati direttamente prima nella creazione dell’impresa e poi nella gestione e valorizzazione della mission del progetto.

L’attività è stata diretta a promuovere processi di formazione innovativi ed orientativi, tramite i quali favorire  l’acquisizione delle competenze  essenziali per muoversi nel mondo (capacità progettuali, di organizzazione del proprio lavoro, di saper utilizzare le nuove tecnologie comunicative, di impostare e risolvere problemi, ecc.). Tra gli obiettivi principali figurano:

 -  la conoscenza delle attività tradizionali del territorio, legate alle capacità produttive del territorio ed agli usi e costumi della popolazione locale;

 - la ricerca, attraverso documenti e testimonianze, della tipologia di vasi e contenitori usati nella nostra zona e la produzione delle decorazioni più  utilizzate dai vasai del passato

 - stimolare l’operatività rafforzare la fiducia nelle proprie capacità

 - superare blocchi espressivi e comunicativi

 - sviluppare le capacità attentive, percettive, rappresentative e creative

 - sperimentare ed apprendere nuove tecniche.

 - comprendere la logica di sviluppo dei processi aziendali, secondo la quale è necessario sviluppare e concludere i compiti assegnati entro tempi prefissati;

 - lavorare in team all'interno di gruppi divisi per compiti e responsabilità;

Il lavoro è stato organizzato per gruppi in modo da aiutare gli allievi a socializzare ed a stabilire rapporti di collaborazione. 

L’arte della ceramica è stata trattata all’inizio tramite schede e testi sulla storia, i metodi e le tecniche dei popoli che sin dall’età neolitica si sono cimentati nell’uso e nella produzione di manufatti in argilla.

La fase operativa laboratoriale ha riguardo la modellazione della argilla attraverso varie tecniche presso le aziende che hanno collaborato al progetto, oppure tramite laboratori eseguiti direttamente a scuola in cui sono stati allestiti torni ed attrezzature per la tornitura, la modellazione e la decorazione della ceramica. Il laboratorio a disposizione degli allievi è stato dotato di forno professionale, tornio elettrico, torni manuali, argilla, smalti di vario tipo, accessori per argilla, stecche per modellare, spatole, pennelli per la decorazione, pinze d’acciaio per smaltare, colori per smalti ceramici, serigrafie a freddo con motivi decorativi e quant’altro necessario alla  pratica della produzione ceramica.

La valutazione globale dell’attività didattica è sicuramente positiva e ben rapportata a quanto prodotto rispetto agli obiettivi fissati preliminarmente.

La misurazione è stata effettuata sulla base dell’attività dei singoli e del gruppo.

Le verifiche sono state periodiche e si sono articolate in test in colloqui, test di comprensione e conoscenza e attività pratiche.

Per la valutazione si è tenuto conto delle conoscenze, capacità, abilità e competenze tecniche acquisite. La valutazione ha tenuto conto del livello di partenza e del progresso in itinere.

I moduli didattici sono stati monitorati attraverso meccanismi di valutazione intermedia  e finale.

La verifica dei livelli di conoscenza dei partecipanti è stata attuata in distinti momenti: all’avvio, durante l’intervento e alla sua conclusione.

Le competenze, le abilità e conoscenze individuate come da acquisire alla fine del percorso da parte dell’utente medio del corso sono state:

 - COMPETENZE:

  • • saper analizzare le motivazioni individuali e di gruppo;
  • • saper utilizzare gli strumenti operativi del marketing per l’impostazione di strategie appropriate nel settore turistico e culturale;
  • • saper catalogare e promuovere i beni culturali ed in particolare le ceramiche al fine di favorire la valorizzazione del patrimonio storico e culturale locale;
  • • saper individuare le principali caratteristiche geografiche, storiche, culturali, artistiche, socio-economiche del territorio per la realizzazione dei prodotti/servizi;
  • • saper utilizzare i principali strumenti e tecniche di gestione informatica nelle imprese turistiche per elaborare e rappresentare i dati raccolti;
  • • operare nel rispetto della normativa che regola la tutela e la salvaguardia dei beni culturali;
  • • sapersi orientare nel mercato del lavoro al fine di definire la propria scelta scolastica e formativa attraverso un percorso individualizzato mirato alla conoscenza del mondo delle professioni, delle figure professioni e delle competenze richieste dal mondo del lavoro che sono alla base dell’orientamento professionale.
  • • saper operare nella produzione di ceramiche al tornio oppure con altre tecniche curando anche le fasi della cottura, della decorazione e commercializzazione del prodotto.

 - ABILITÀ:

  • • sviluppare la capacità imprenditoriale dei giovani sia nel lavoro autonomo che nel lavoro dipendente;
  • • recuperare conoscenze pregresse partendo dalle basi della Storia antica, medievale, moderna e contemporanea cui collegare, tramite unità didattiche trasversali di tipo scientifico-naturalistico o di metodologia e marketing turistico, argomenti e temi relativi alla promozione ed alla valorizzazione della tradizione ceramica bisignanese;
  • • avere coscienza diacronica del proprio patrimonio storico, artistico e culturale affinando le capacità di individuare le differenze e le analogie, nel tempo e nello spazio ;
  • • rafforzare l’abilità di percepire, capire, selezionare e valutare stimoli sensoriali, cosa essenziale in un mondo tecnologico sovraccarico di simboli, suoni e immagini;
  • • usare con proprietà alcuni fondamentali termini e concetti propri dell’ambito di riferimento;

 - CONOSCENZE:

  • • Saper operare per promuovere e valorizzare il patrimonio culturale del territorio della Calabria a fini didattici e turistici;
  • • Acquisire la consapevolezza del significato di Bene Culturale e di Patrimonio Artistico al fine di valorizzarne la salvaguardia, la conservazione ed il recupero di tutte le testimonianze d’arte; presenti sul territorio;
  • • Conoscere, spiegare e confrontare i fatti e gli eventi storici legati al territorio in esame tenendo conto delle dimensioni e delle relazioni temporali e spaziali dei fatti;
  • • Comprendere il corretto modo di porsi nei confronti dell’utenza turistica, nonché di operare in modo da attrarre l’attenzione del pubblico sui temi ed i prodotti proposti e realizzati;
  • • Conoscere le leggi e le norme che regolano la sicurezza sui luoghi di lavoro;

Il quadro dei risultati attesi per le figure professionali di riferimento emerse dall’indagine sulle problematiche di filiera e dal quadro dei bisogni formativi espresso dalle scuole, dalle imprese e dagli utenti ed operatori di settore, hanno riguardato la filiera dei servizi produttivi delle aziende artigianali del settore turistico e manifatturiero con esperienza anche di produzioni solidali ed i relativi  profili.

 Competenze e crediti che si è inteso far acquisire agli studenti:

  • • saper operare nella gestione, produzione e promozione di un’azienda artigiana del settore turistico per la produzione di ceramica artistica;
  • • saper analizzare le motivazioni individuali e di gruppo;
  • • saper utilizzare i principali strumenti e le tecniche di gestione informatica nelle imprese turistiche per elaborare e rappresentare i dati raccolti;
  • • sapersi orientare nel mercato del lavoro al fine di definire la propria scelta scolastica e formativa attraverso un percorso individualizzato mirato alla conoscenza del mondo delle professioni, delle figure professioni e delle competenze richieste dal mondo del lavoro che sono alla base dell’orientamento professionale.
  • • competenze legate alla gestione ed ai cicli produttivi e di vendita di un’azienda artigiana;
  • • competenze nella promozione e marketing delle filiere turistiche e delle attività artigianali;
  • • gestione dei rapporti con i partner e promozione e diffusione dell’azienda.

L’attività di valutazione è stata mirata a rilevare il grado di comprensione del ruolo di operatore per la gestione di un’impresa artigiana ceramica da parte degli allievi ed il grado di maturità raggiunto in termini  di  orientamento  nel mondo del lavoro e delle attività di sviluppo di management e marketing turistico.

Il monitoraggio è stato effettuato durante tutto il percorso formativo per verificarne l’efficienza, l’efficacia e la capacità d’impatto sui discenti. Al fine di garantire una costante qualità dell’insegnamento e delle attività di laboratorio. La valutazione globale dell’attività didattica si è avuta sulla base di quanto prodotto rispetto agli obiettivi fissati preliminarmente.

La presentazione dei risultati è avvenuta nel corso di una manifestazione pubblica cui sono stati invitati i genitori degli allievi, le autorità locali e la cittadinanza. Nel corso dell’evento sono stati presentati i lavori realizzati dagli allievi dal punto di vista della produzione ceramica e quelli promozionali dell’impresa simulata Besidiae ceramica che ha messo in atto la valorizzazione e la diffusione di quanto realizzato attraverso la creazione di prodotti pubblicitari e l’elaborazione di schede e mostra con l’obiettivo di valorizzare la tradizione culturale ceramica bisignanese .

Il progetto didattico è stato realizzato nella forma di impresa simulata di alternanza scuola lavoro, a cura dell’associazione Itineraria Bruttii onlus, con gli allievi impegnati direttamente nella catalogazione, informatizzazione, documentazione ed allestimento delle mostre e nella produzione di materiali promozionali, cataloghi e contenuti inerenti il progetto.

L’attività di coordinamento della catalogazione delle ceramiche e di elaborazione dei contenuti e dei materiali promozionali è stata curata da esperti dell’associazione Itineraria Bruttii onlus con l’apporto dei tutor e di studiosi locali tra cui Francesco Fucile che hanno contribuito alla buona riuscita del progetto.

Il progetto è stato pubblicizzato e promosso attraverso una pluralità di canali di comunicazione/informazione ed attraverso il coinvolgimento di attori chiave dei sistemi locali istituzionali e sociali (comuni, imprese locali, giornali, tv locali e regionali). Quanto alla divulgazione dei risultati, assunto che il progetto mira ad essere ascrivibile ad una buona prassi, sono state attuate strategie operative finalizzate alla massima diffusione della sperimentazione ed al trasferimento del modello in situazioni di contesto sostanzialmente analoghe. L’inaugurazione della mostra si svolgerà  presso l’IIS “E. Siciliano” di Bisignano il 3 luglio 2018 con la presentazione dei risultati del progetto da parte della scuola e dei partner alla presenza degli allievi, dei loro genitori e del pubblico intervenuto. 

IL DIRIGENTE SCOLASTICO
DELL’ I.I.S. “E. SICILIANO” BISIGNANO
PROF. ANDREA CODISPOTI